Le Isole Cocos Keeling

Un viaggio alla scoperta delle Le Isole Cocos Keeling, l’ultimo paradiso incontaminato dell’Australia nell'Oceano Indiano.

In pochi le conoscono… non sapete cosa vi siete persi fino ad ora.. “le isole Cocos” 27 atolli quasi disabitati nell’Oceano Indiano.
L’ultimo paradiso incontaminato dell’Australia si trova nelle acque dell’Oceano Indiano a sud dell’Indonesia. Le isole Cocos giacciono sulla punta di un vulcano sottomarino estinto, le cui pareti sono ricoperte da splendidi coralli.  Le Cocos, comprendono 27 atolli perlopiù disabitati, e sono una meta favorita dagli amanti delle immersioni. Sono anche il luogo ideale per coloro che sognano una vancanza esotica all’insegna del mare e del relax.

Alle Cocos è possibile rifugiarsi sulle spiagge deserte o spostarsi in canoa sugli atolli incontaminati per nuotare nelle acque cristalline della laguna.
Avendo un buon clima tutto l’anno, ogni periodo è buono per un viaggio alle Cocos. La temperatura dell’acqua, va dai 26 ai 29 gradi e garantisce un’abbondanza di fauna marina tra cui squali, tartarughe, mante e delfini.  Le immersioni in queste acque offrono infinite emozioni a profondità raggiungibili da tutti gli scuba divers.

Atolli paradisiaci alle Isole Cocos Keeling

 

Una storia intrigante

Per molti, vivere su un’isola tropicale, lontano dalle preoccupazione della vita di tutti i giorni, è un sogno.  Ma per una famiglia di avventurieri esploratori scozzesi, questo sogno divenne realtà quando approdarono sulle isole Cocos.
Le isole rimasero disabitate fino al 1820, quando  John Clunies Ross creò il primo insediamento sull’isola principale dove iniziò la piantagione di palma da cocco. Per lavorare nelle piantagioni Clunies-Ross fece venire alcuni schiavi dalla Malesia.
Le generazioni successive costruirono un impero economico basato sulla polpa essiccata di noce di cocco e diventarono proprietari delle isole, quando nel 1886, la regina Vittoria gli conferì il possesso del territorio.
Il dominio durò fino al 1978, l’anno in cui i discendenti di John Clunies Ross, vendettero le isole all’Australia per 2.5 milioni di sterline.  Dopo una lunga pressione da parte del governo Australiano, dei sindacati e delle Nazioni Unite, che non vedevano di buon occhio il regime troppo feudale; così, i dicendenti di Clunies Ross furono costretti a vendere le Cocos che diventarono quindi a tutti gli effetti territorio Australiano.

 

Gli abitanti Cocos Malay

L’isola principale, chiamata Home, è popolata da una piccola comunità di circa 600 persone di etnia Malese. Sono i discendenti degli schiavi che lavoravano nelle piantagioni di noce di cocco di John Clunies Ross. I Cocos Malay, hanno vissuto nell’isolamento geografico per 150 anni ma hanno mantenuto la loro cultura e tradizioni.  Sono di religione musulmana e parlano la lingua malese antica che veniva usata ai tempi del Trading Malese delle Indie Orientali.

 Popolazione locale delle Cocos danzano durante una celebrazione

 

Esperienze

Le Cocos offrono esperienze uniche e indimenticabili a tutti i viaggiatori.  Coloro che desiderano una vacanza rilassante, troveranno il completo isolamento con la serenità e semplicità che sono sempre più rare nel mondo moderno. Una delle esperienze più belle che possono essere fatte a Cocos, è quella di camminare  nella laguna tutt’intorno all’atollo durante la bassa marea.
Gli amanti della natura, potranno fare immersioni, snorkeling e birdwatching per ammirare le specie di uccelli marini che sostano sulle isole prima di continuare la loro migrazione oceanica. Le isole sono coperte da un fitta vegetazione tropicale, ma ci sono dei sentieri che possono essere esplorati per scoprire la varietà endemiche di piante.
E’ anche possibile mischiarsi con i locali Cocos Malay sull’isola di Home per conoscere meglio la loro cultura e modo di vivere.
Immaginate quanto possa essere romantico scambiarsi le promesse nuziali sotto le palme di una spiaggia bianca, davanti alla laguna turchese?  Alle Cocos è possibile celebrare il matrimonio a piedi nudi in spiaggia davanti un favoloso scenario tropicale.
Nel corso degli anni, le isole Cocos Keeling sono diventate famose anche per il surf, windsurf e kitesurf. Gli alisei di sudest durante i mesi invernali da Luglio a Ottobre, offrono le condizioni ideali per gli appassionati di questi sport.

Queste acque possono raggiungere in 29 gradi centigradi...

 

Le isole

Isola West

L’isola West può essere esplorata in bicicletta o con veicolo a noleggio. Le principali attrazioni sono il “Bob’s Folly”,  famoso per i maestosi alberi di Calophyllum e Ibiscus e la Trannies Beach, una delle spiagge più popolari dell’isola.
Durante le ore di bassa marea, è possibile fare una passeggiata sul reef per raggiungere Pulu Maraya, un piccolo atollo dove si trovano siti interessanti per lo snorkeling.
Lo Yacht Club è il luogo ideale per un aperitivo al tramonto o per oziare nell’acqua cristallina durante le ore di alta marea.

L'isola di West alle Cocos

Isola Home

L’isola Home è la ‘casa’ di tutti i Cocos Malay, ed è una meta obbligatoria per i visitatori. E’ possibile passeggiare per le strade dell’isola e fermarsi ai ristoranti locali per assaggiare la deliziosa cucina malese oppure noleggiare una bicicletta per avventurarsi nei Kampong (villaggi).
Il museo di Home è aperto dal Lunedi al Venerdi e racchiude una mostra sulla cultura e le tradizioni locali. Ci sono inoltre delle esposizioni sulla storia navale australiana,  sulla flora, sulla fauna e sulla storia della famiglia Clunies-Ross.
La maestosa Oceania House era un tempo la residenza della famiglia Clunies-Ross.  Oggi la casa è diventata proprietà privata, tuttavia è possibile visitare gli spelndidi giardini tropicali.
Consigliata la visita della zona mercato, dove si trovano dei piccoli negozi tipici che vendono alimenti asiatici e la visita del pittoresco cimitero a nord dell’isola. E’ possibile fermarsi a fare un pic-nic sotto i gazebi situati lungo la costa dell’isola.

Isola Direction

Un’escursione a Direction deve essere assolutamente prevista durante la vacanza.  Direction impersonifica la perfetta isola tropicale con spiagge bianche e mare cristallino. Consigliamo di provare il famoso “Rip” rinomato per la sua abbondante fauna marina.
L’isola Direction ha un fascino particolare in quanto è una meta obbligatoria dei velisti che fanno il giro del mondo.
Il campeggio è consentito sull’isola Direction ed è una esperienza unica per coloro che vogliono viaggiare all’insegna dell’avventura.

Celebrare il vostro matrimnio qui? Che ne dite?

Isola Prison

Situata tra l’isola Home e l’isola Direction, Pulu Beras (l’isola del riso) o isola Prison,  ha una piccola collina che è il punto più alto di tutte le Cocos Keeling. La minuscola isola ospitava un carcere che fu costruito durante i primi tempi dell’insediamento dei britannici. Al giorno d’oggi rimane ben poco a parte il nome.
L’isola di Prison è anche famosa per la leggenda della sirena che chiama ogni Cocos Malay che si allontana dalle coste delle isole.
E’ possibile passeggiare intorno all’intero perimetro dell’isola e fare il bagno nelle acque poco profonde.

 Spiaggia bianchissima sull'isola di Prison

Come arrivarci
Ci sono tre voli a settimana della Virgin Australia che partono da Perth in Australia.

Dove dormire
Consigliamo Cocos Seaview  Cocos Castway e Cocos Village Bungalows