La migliore stagione delľanno per viaggiare in Asia

Elenco dei paesi Asiatici con indicazioni sul clima e il momento migliore per visitarli.

Decidere la destinazione delle vacanze, dipende da tanti fattori a partire dai gusti dei viaggiatori. C’è chi è amante del mare, della foresta, delle tribù, dell’arte e via dicendo. Ma uno dei fattori che sicuramente influenza la scelta finale è sicuramente il tempo. Come sarà il tempo in quel paese a Marzo? Le condizioni metereologiche giocano un ruolo fondamentale per la scelta della destinazione. Qui di seguito riportiamo la situazione del clima di alcuni paesi  indicando qual’è la migliore stagione delľanno per viaggiare in Asia

Filippine

Filippine

 

Ci sono molti diversi micro-climi nelle Filippine, ma le stagioni principali sono la stagione secca (da novembre a maggio e la stagione delle piogge (da giugno a ottobre).
Il periodo migliore per visitare le Filippine è tra dicembre a maggio, tuttavia, si dovrebbe tenere in mente che le stagioni seguono sempre il modello standard e l’inizio e la fine della stagione delle piogge può variare di anno in anno.   Ad esempio, in gran parte della parte orientale (Mindanao Orientale, Sud di Leyte, Samar Orientale e Sud-Est Luzon) le stagioni sono invertite e la stagione delle pioggie si presenta da dicembre a marzo quando invece nel resto del paese è stagione secca.
Altre zone del paese come le Visayas centrali, tra cui Bohol, Cebu e Negros, sono meno affette della piogge monsoniche, per cui le differenze tra stagione secca e piovosa sono meno accentuate.
Un’altra cosa da prendere in considerazione sono i tifoni, la cui stagione va da luglio a ottobre, ma si possono verificare in qualsiasi momento dell’anno.  Potete consultare il sito internet di PAGASA   al fine di evitare possibili crisi meterologiche durante il vostro soggiorno.

Malesia

Malesia

 

La Malesia ha un clima equatoriale con temperature elevate e piogge costanti durante tutto l’arco dell’anno.  Le temperature nelle località costiere vanno dai 21°C ai 32°C con un tasso di umidità che rasenta il 100%.
Una vacanza al mare in Malesia può essere fatto durante tutto l’anno, in quanto la stagione piovosa si alterna tra la costa est e la costa ovest.
Nella costa occidentale la stagione delle piogge va da aprile a ottobre e generalmente è caratterizzata da temporali pomeridiani di breve durata, mentre la costa  orientale viene colpita dalle piogge più violentemente nel periodo da novembre a febbraio. Molti resort nelle località di mare come Perhentian, Redang chiudono durante questi mesi per tornare ad aprire a Marzo.

Le regioni del Borneo (Sabah e Sarawak) ricevono abbondanti precipitazioni durante tutto l’anno e la differenza tra la stagione delle pioggie e quella secca è  quasi impercepibile. Il picco delle piogge in Borneo generalmente va da dicembre a febbraio.

Thailandia

Thailandia

 

Anche se il clima varia in tutto il paese, diciamo che si può visitare la Thailandia tutto l’anno.Il clima è influenzato da tre stagioni principali: stagione delle piogge (da maggio a ottobre), stagione fresca (da novembre a febbraio) e stagione calda (da marzo a maggio)
Il periodo migliore per visitare il pease va da novembre a aprile, quando le precipitazioni sono scarse e le temperature non sono troppo elevate.
Nelle località balneari del sud della Thailandia, il clima varia molto dalla  costa orientale e quella occidentale.
La costa occidentale che si affaccia sul mare delle Andamanne dove si trova Phuket,  è migliore nei mesi invernali  da novembre a febbraio, mentre la costa orientale, sul golfo della Thailandia è buona tutto l’anno con il picco di piogge durante il mese di Novembre.

Indonesia

Indonesia

 

A cavallo dell’equatore, l’Indonesia ha un clima abbastanza uniforme durante tutto l’arco dell’anno caraterizzato dalla stagione secca e la stagione delle piogge. La stagione secca è il periodo migliore per visitare l’Indonesia e va da aprile a ottobre. Tuttavia anche durante la stagione delle piogge (eccetto alcune parti del paese) si può viaggiare in tranquillità, gli acquazzoni tropicali sono generalmente pomeridiani e di breve durata. Durante i mesi più piovosi, da dicembre a febbraio, dovrebbero essere evitati viaggi a Nusa Tenggara, Flores, Papua e Sumatra, in quanto potrebbero diventare inaccessibili a causa di mare mosso o strade allagate.
Non è nemmeno una buona idea viaggiare a Giava durante la festa dell’Idul Fitri e alla fine del Ramadan, quando gli indonesiani si spostano dalle città per ricongiungersi con i familiari del loro villaggio di origine. Durante queste festività il trasporto pubblico è caotico e gli hotel triplicano le loro tariffe.

Cambogia

Cambogia

 

Si può viaggiare in Cambogia tranquillamente tutto l’arco dell’anno.  La stagione monsonica, da aprile a ottobre, è caraterizzata da intensi acquazzoni tropicali di breve durata.
Il periodo ottimale è il mese di novembre. Appena finita la stagione monsonica, le giornate sono più fresche, i fiumi e le cascate sono pieni d’acqua, le camagne e l’Angkor Wat sono più verdeggianti rispetto al solito.
Se però avete in programma di visitare le zone più remote del paese, la stagione delle piogge potrebbe non essere adatta e potrebbe rendere il vostro percorso difficile a cuasa delle strade impraticabili.

Nepal

Nepal

 

Ci sono due momenti dell’anno in cui è consigliato visitare il Nepal. Il momento migliore per fare trekking va dalla fine di settembre ai primi di dicembre, quando l’aria è fresca, le campagne sono rigogliose e il cielo limpido offre le più belle vedute dell’Himalaya.
Il secondo periodo migliore va dalla fine di febbraio alla metà di aprile quando i rododendri sono in fiore e le pianure del Terai sono meno fitte, migliorando la possibilità di avvistare animali selvatici nel parco nazionale di Chitwan. Tuttavia, durante questo periodo, la visbilità non è eccellente e la nebbia spesso nasconde le montagne.
Tra dicembre e febbraio il clima è freddo e raggiungere il Campo Base dell’Everest potrebbe essere un’impresa molto difficile, il circuito dell’Annapurna potrebbe essere chiuso per neve e molti budget hotel sono sprovvisiti di riscaldamento.
Maggio e inizio giugno sono mesi estremamente caldi e polverosi, con temperature spesso superiori a 30° e il monsone potrebbe arrivare in qualsiasi momento.

Da metà giungo a settmbre, quando il monsone è nel suo picco, è  il momento peggiore per visitare il Nepal. I sentieri sono impraticabili, le strade spesso sono soggette a smottamenti, la catena dell’Himalaya scompare dietro le nubi e il livello dei fiumi è troppo alto per fare rafting.

Vietnam

Vietnam

 

Non c’è un momento migliore o peggiore per visitare il Vietnam; il paese ha un clima è molto complesso che varia considerevolmente da regione a regione.
Il Vietnam del Nord (Hanoi, Halong Bay, Sapa) tende ad essere freddo, umido e nebbioso da novembre a marzo con sporadiche giornate di sole.
La regione centrale (Hue, Hoi An, Danang, Nha Trang) raggiunge il picco delle piogge da settembre a dicembre. In questo periodo sono sconsigliati i viaggi, in quanto la zona è affetta da forti piogge monsoniche e occasionali tifoni che possono causare inondazioni.

La stagione più equilibrata sembra essere da giungo a agosto anche se non sono esclusi gli acquazzoni tropicali che possono verificarsi all’improvviso ma per fortuna sono di breve durata.  Il Vietnam del sud ha un clima molto umido e la stagione meno piovosa va da novembre a febbraio.

Cina

China

 

Primavera e autunno sono generalmente considerati i momenti migliori per viaggiare in Cina,  in quanto il clima continentale con inverni rigidi e estati calde e umide, è abbastanza uniforme per gran parte del paese.
Nelle regioni del nord e nord-est dove si trova una parte della grande muraglia, la Mongolia e Hēilóngjiāng, gli inverni sono molto rigidi con temperature che possono scendere fino a -30°C.
Nella Cina centrale, nella zona del fiume Yangzi compresa Shanghai, le estati sono generalmente molto calde e umide. Le tre città di Wǔhàn, Chóngqìng e Nánjīng sono anche chiamate “le tre fornaci” per i clima soffocante tra aprile a ottobre. Gli inverni sono brevi caraterizzati dal freddo umido.
Hainan, Hong Kong e la provicina di  Guangdong nel sud del paese, hanno inverni miti e estati calde e umide con termperature fino a 38°C. Tra i mesi di luglio e settembre si possono verificare dei tifoni in questa zona.
In Tibet, invece, si ha la percezione che tutte le stagioni siano identiche. Le temperature possono scendere sotto zero durante la notte e salire fino a 30°C a mezzogiorno. Il clima in Tibet è arido con scarse precipatazioni e i mesi invernali sono caraterizzari da venti freddi e taglienti.

Giappone

Giappone

 

Il Giappone si estende a forma di arco da nord-est a sud-ovest, quindi il clima varia notevolmente, spaziando da temperato a Hokkaido al nord, a  sub-tropicale a Okinawa nell’estremo sud.
Essenzialmente il Giappone ha quattro stagioni che assomigliano molto alle nostre anche se un po più pronunciate con inverni molto freddi e estati calde e umide.
Primavera e autunno sono i periodi migliori per viaggiare in Giappone. Le spettacolari fioriture dei ciliegi avvengono in primavera e iniziano a metà marzo e raggiungono Kyoto e Tokyo i primi di aprile, e infine a Sapporo per i primi di maggio.
Gli escursionisti invece possono viaggiare nei mesi estivi in quanto è il clima ideale per visitare le montagne e i parchi nazionali di Hokkaido.
Okinawa è visitabile tutto l’anno, tuttavia il momento migliore e sicuro dai tifoni sono i mesi di maggio e ottobre.

Sri Lanka

Sri Lanka

 

Nonostante sia un piccolo paese, lo Sri Lanka ha un clima piuttosto complicato e influenzato da due monsoni diversi. Questo significa anche che in una parte dell’isola c’è bel tempo, mentre nell’altra parte piove.   Il monsone Yala porta le piogge nella parte ovest e sud-ovest del paese da maggio a settembre. Mentre il monsone Maha colpisce la costa orientale da novembre a marzo con piogge e temporali.  In termini pratici, ciò significa che il periodo migliore per visitare le coste occidentali, sud e zone collinari va da dicembre a marzo, mentre il periodo migliore per la costa orientale va da aprile a settembre.
Grazie alla posizione geografica vicino all’equatore, le temperature sono abbastanza costanti durante l’arco dell’anno. Le località costiere e di pianura vanno dai 26°C ai 30°C . Le temperature diminuiscono con l’altitudine: 18°C – 22° a Kandy (500mt slm) e 14°C – 17°C a Nuwara Eliya (circa 1800mt slm).
Il tasso di umidità è abbastanza elevato in tutto il paese, circa 90% nelle zone di sud-ovest e una media di 60-80% in tutto il resto dell’isola.

India

India

 

L’India è un paese così vasto con delle condizioni climatiche molto variegate che giocano un ruolo fondamentale nel decidere quando visitare il paese. Generalmente i mesi più secchi vanno da ottobre a marzo e sono il periodo migliore per intraprendere il viaggio in gran parte del paese, a parte qualche eccesione.  I viaggi a Delhi, Agra, Rajasthan, Goa e Madhya Pradesh, dovrebbero essere intrapresi durante la stagione secca.
Il sud del pease è caraterizzato dal clima caldo e umido, ma i mesi in cui il caldo diventa veramente soffocante sono maggio e giungo, per cui si consiglia di intraprendere il viaggio a Tamil Nadu e Kerala tra  gennaio e marzo.  Da aprile in poi l’Himalaya diventa sempre più accessibile, fino a raggiungere il picco nei mesi di agosto-settembre, mentre il resto del subcontinente rimane immerso dalle piogge.

Myanmar

Myanmar

 

Il Myanmar ha tre stagioni ben distinte anche se gli effetti del monsone variano nelle diverse parti del paese.
Il periodo che va da novembre a febbraio è caraterizzato da un clima mite – non troppo caldo di giorno e non troppo fresco di notte – ed è il momento migliore per visitare il Myanmar.
Da marzo a maggio il caldo è intenso e le temperature a Yangon, Bagan e Mandalay raggiungono i 40°C nelle ore di picco. Il monsone arriva tra la metà di maggio e la metà di giungo e porta piogge forti piogge in tutto il paese fino a ottobre, con il picco di piovosità da luglio e settembre.

Laos

Laos

Il clima del Laos è caldo e umido per gran parte dell’anno. Il monsone arriva in Laos tra maggio e luglio e dura fino a novembre, mentre la stagione secca va da novembre a maggio.
Il momento ideale per visitare il Laos è tra novembre e febbraio, quando il clima è caldo secco e le precipitazioni sono scarse.
La stagione delle piogge non è così male come si potrebbe pensare. Gli acquazzoni sono di breve durata e seguiti da lunghi periodi di sole.  Dopo la pioggia il cielo e la terra sono più chiari e luminosi, ma tra gli aspetti negativi, le strade non asfaltate possono diventare pantani e i viaggi nelle aree remote come Salavan, Phongsali e Sainyabuli potrebbero essere impraticabili. Tuttavia, viaggiare via fiume è una buona alternativa in questi mesi.

Bhutan

Bhutan

 

Il Bhutan è alla stessa latitudine di Miami e Il Cairo ma il clima è completamente diverso e varia a seconda delle elevazioni.  La parte meridionale del paese gode di un clima tropicale tutto l’anno, mentre le valli centrali e la regione settentrionale himalayana sono caraterizzate da un clima più rigido che varia in base all’altitudine.
Le temperature del sud vanno dalla minima di 15°C in inverno (dicembre –febbraio) alla massina 30°C in estate (giugno-agosto). Nelle altre zone del paese, escluse le montagne più alte, la temperatura oscilla da 0°C a 10°C.  A Paro, la capitale, si va da dalla minima di 5°C a gennaio alla massima di 30°C a luglio.

La stagione monsonica va da giungo a settembre ed è caraterizzata da forti piogge e nuvole basse che oscurano la vista delle montagne.
Il periodo migliore per visitare il Bhutan va da ottobre a maggio quando il clima è secco e le giornate sono soleggiate, tuttavia i mesi di dicembre e gennaio potrebbero essere troppo fredde e la neve potrebbe bloccare i valichi di montagna della zona occidentale del paese.

Ho amato l’Asia subito, dal momento in cui ci ho messo piede per la prima volta. Dopodiche’ e’ stato un viaggio continuo, senza soste. Adesso ci vivo e il viaggio continua alla ricerca di nuove esperienze che amo condividere con voi.