L’isola di Redang, Malesia

Il mare è di un azzurro così invitante che non si può resistere alla tentazione di tuffarsi e scoprire i bellissimi fondali popolati da una miriade di pesci tropicali.

Redang (chiamata anche Pulau Redang) è l’isola più grande dell’arciepelago a largo della costa orientale della Malesia peninsulare nello stato di Terengganu, nel Mare Cinese Merdionale.
Redang e le altre isole dell’arcieplago sono un Parco Marino protetto dal dipartimento Malese Marine & Fisheries, che si occupa della salvaguardia della fauna marina e del fragile ecosistema.

Isola di Redang Spiaggia Coral View

L’isola di Redang è una delle destinazioni preferite dai turisti che si recano in vacanza in Malesia grazie al mare cristallino ricco di coralli e le bellissime spiagge di sabbia bianca.
Al contrario delle vicine isole Perhentian, battute principalmente da giovani backpackers, l’isola di Redang offre alberghi più lussuosi adatti a una clientela più esigente.
Redang è la meta ideale per famiglie e coppie in viaggio di nozze.

Il tratto di spiaggia più popolare di Redang è la Long Beach (Pasir Panjang) – che si estende per tutta la lunghezza della baia dove si affacciano la maggior parte di alberghi.
Durante i mesi di alta stagione (luglio e agosto), la spiaggia Pasir Panjang tende ad essere sovraffollata di turisti, quindi se cercate una sistemazione più tranquilla vi consiglamo di recarvi nella costa nord est, dove si trova la bellissima baia privata Teluk Dalam Kecil che ospita l’albergo più esclusivo di Redang, il Taaras Beach & Spa Resort.

Isola di Redang Baia Taaras Resort - Teluk Dalam

Lo snorkeling e le immersioni subacquee sono le attività più popolari da fare durante una vacanza a Redang in quanto le acque del parco marino sono ricche di barriere coralline e fauna marina. Troverte diversi alberghi che offono il pacchetto soggiorno & snorkeling/ diving con una varietà di escursioni in barca sulle isole vicine.

Ci sono più di 30 siti d’immersione con coralli duri e molli animati da una sorprendente varietà di pesci tropicali. Aspettatevi di vedere tartarughe marine, squali di barriera, murene, pesci scorpione, pesci angelo, barracuda, napoleone, pesci balestra, polpi, nudibranchi e molto altri ancora.
La visibilità è generalmente buona, anche se può scendere drasticamente dopo un acquazzone tropicale.
Le immersioni a Redang sono adatte a tutti i livelli di esperienza: dai principianti che troveranno siti con acqua calma dove poter fare il corso e prendere il brevetto, ai subacquei ben addestrati e con molta esperienza, che potranno avventurarsi nei siti più lontani dove le correnti sono abbastanza forti. Quasi ogni resort di Redang ha il proprio centro diving che oltre alle immersioni organizza i corsi e le escursioni snorkeling.

Isola di Redang - Spiaggia Laguna Resort Long Beach

Come raggiungere l’isola di Redang

I traghetti per Redang partono dal porto di Merang e da Shahbandar, che si trovano a poca distanza dall’aeroporto di Kuala Terengganu. Il traghetto da Shahbandar raggiunge Redang in circa 1 ora e mezza, mentra quello da Merang circa un’ora.

L’aeroporto di Kuala Terengganu è collegato con voli giornalieri provenienti da KLIA Kuala Lumpur e Subang operati da Airasia, Firefly Airlines e Malaysia Airlines

E’ possibile raggiungere Kuala Terengganu con i bus a lungo raggio “Express Bus” che partono tutti i giorni dalla stazione di Putra Hentian di Kuala Lumpur. Il viaggio dura circa 7-8 ore.

Il momento migliore per visitare l’isola di Redang

L’isola di Redang vanta un clima tropicale caratterizzato da temperature costanti tutto l’anno intorno ai 30 ° C e frequenti ma brevi acquazzoni.
Come tutte le altre isole della costa orientale Malese, anche Redang è influenzata dal monsone invernale, quindi la maggior parte degli albeghi sono chiusi nel periodo da novembre a marzo e i collegamenti via mare sono soggetti a restrizioni a causa delle condizioni ostili del mare.

Ho amato l’Asia subito, dal momento in cui ci ho messo piede per la prima volta. Dopodiche’ e’ stato un viaggio continuo, senza soste. Adesso ci vivo e il viaggio continua alla ricerca di nuove esperienze che amo condividere con voi.