Il Dragon Boat Festival

Andiamo a scoprire insieme le origini di questo festival della tradizione Cinese e alcune curiosità.

Il “Duan Wu Jie”, noto anche come il Festival delle Barche del Drago o il Doppio Quinto, è una festa originaria della Cina e popolare in tutto il Sudest Asiatico. Un Festival coloratissimo che si svolge il quinto giorno del quinto mese del calendario lunare cinese da cui prende il nome di Doppio Quinto.

Le regate con le barche a forma di drago costituiscono il nucleo centrale delle manifestazioni. Consumare fagottini di riso “zongzi” ripieni e bere il vino “xionghuangjiu” fanno parte delle tradizioni gastronimiche legate a questo festival.

Le origini di questo festival sono ancora avvolte nel mistero e legate a leggende con elementi soprannaturali. Una leggenda racconta che il Dragon Boat Festival fu iniziato per omaggiare il drago divinità dell’acqua. Nell’antica Cina i draghi erano considerati responsabili degli eventi atmosferici che incidevano molto nella agricoltura, quindi i contadini iniziarno questa celebrazione per placare la divinità e scongiurare eventuali calamità naturali che sarebbero state disastrose per il raccolto.

In epoche più moderne, lo studioso e poeta Wen Yiduo, teorizzò che le celebrazioni del Dragon Boat Festival siano iniziate per festeggiare il compleanno del drago con l’avvicinarsi del solstizio d’estate. Il sole che rapprensenta il drago e l’energia maschile, raggiunge il suo picco durante il solstizio d’estate, con il trionfo della luce sulle tenebre.

Un’altra leggenda narra la storia di Tian Wen, un bambino sfortunato nato il quinto giorno del quinto mese. Ritenuto un giorno nefasto, in cui gli spiriti malvagi scendevano sulla terra, Tian Wen non ebbe vita facile e una serie eventi drammatici segnarono la sua infanzia. Tian Wen non si rassegnò mai e nonostante le avversità riuscì a diventare un ministro. Grazie alla sua carica, inidisse il Dragon Boat Festival e ordinò che tale giorno fosse contraddistinto da eventi gioiosi, che avrebbero fatto dimenticare l’associazione di questo giorno con le tenebre.

La Regata

Dragonboat_racing

Ogni anno centinaia di barche dai colori vistosi si sfidano in una bellissima regata accompagnate dal ritmo assordante dei tamburi e lo sventolio delle bandiere variopinte. La squadra che per prima si aggiudica la bandierina posta alla fine del percorso, viene dichiarata vincente.
Le barche, di cui la lunghezza varia da 10 a 30 metri, hanno la prua a forma di testa di drago e una coda squamosa fissata a poppa. A seconda della lunghezza possono esserci fino a 80 vogatori assistiti da un suonatore di tamburo e un nuotatore adetto a raccogliere la bandiera posta al traguardo.
Prima che le barche possano partecipare alla regata sono sottoposte a un rituale che serve a “portarle in vita” e farle incarnare nello spirito del drago.

Zong Zi

Zong Zi

Il Dragon Boat Festival commemora la morte del grande patriota e primo poeta cinese Qu Yuan, che si suicidò gettandosi nel fiume Miluo il quinto giorno del quinto mese del calendario. I suoi seguaci, subito dopo aver intravisto il corpo galleggiare nel fiume, gettarno in acqua dei fagottini di riso avvolti nelle foglie del bambù, per far in modo che i pesci non dovessero cibarsi del corpo del poeta. Si ritiene che l’usanza di mangiare gli Zong Zi, si stata originata da questa leggenda. Questi fagottini di riso glutinoso dalla forma triangolare o piramidale sono avvolti in foglie di bambù e hanno una varità di ripieni come uova, fagioli, datteri, frutta, patate dolci, noci, funghi, carne, o una combinazione di essi.

Il Vino Realgar

RealgarWine

Durante il festival si consuma il tradizionale liquore condito con realgar (un raro minerale arancione composto da solfuro di arsenico). L’antica tradizione di bere il vino Xiong Huang per proteggersi dalle malattie, si è trasformata in una tradizione moderna per festeggiare il Duan Wu Jie.

Sacchetti di Spezie

bags

Durante il Dragon Boat Festival, adulti e bambini portano con se sacchetti di seta pieni di spezie profumate.  Realizzati a mano da artigiani locali, questi piccoli sacchetti di spezie sono comunemente creduti di svolgere la doppia funzione di spaventare gli spiriti maligni e portare fortuna.

Zhong Kui

Zhong Kui

L’immagine di Zhong Kui viene appesa nei giorni del festival sulle porte d’ingresso delle abitazioni Cinesi.  Zhong Kui è una figura mitologica cinese e tradizionalmente considerato come un guerriero che lotta contro i fantasmi e spiriti malvagi. L’usanza di appendere la sua immagine fuori dalla porta e un modo per scongiurare il male per tutto il resto dell’anno.

Ho amato l’Asia subito, dal momento in cui ci ho messo piede per la prima volta. Dopodiche’ e’ stato un viaggio continuo, senza soste. Adesso ci vivo e il viaggio continua alla ricerca di nuove esperienze che amo condividere con voi.