I rimedi Asiatici per curare il post sbornia

Nonostante i postumi della sbornia siano universali, le cure invece variano di paese in paese.

Svegliarsi stare male a causa dell’alcool? Ebbene si, è ancora possibile, ma soprattutto, molto frequente. Dimenticate le colazioni unte Europee: la pappa di riso e il sangue di bue sono i rimedi infallibili di cui il tuo corpo ha bisogno.
Si tratta di un’affezione auto-indotta che trascende le barriere culturali e linguistiche di tutto il mondo: la sbronza (il giorno dopo).
Il risultato è sempre lo stesso: mal di testa martellante, alito insostenibile, mal di stomaco incredibile, tutti sintomi che ti spingono a passare la giornata vicino ad una cosa bianca e di porcellana.In molti dicono che la soluzione più azzeccata sia una colazione pesante per assorbire tutto l’alcol ingurgitato la sera precedente. Ma se ti ritrovi in queste condizioni, in un paese asiatico, le cure in cui ti imbatterai, ti faranno tornare “mezzo-umano” in pochissimo tempo.  Vi elenchiamo i tradizionali rimedi Asiatici per curare il post sbornia:

Cina: Congee

In Cina la soluzione adottata si chiama CONGEE. Che cosè? Ve lo spieghiamo subito.
clip_image001A primo acchito questo piatto sembra semplice: porridge di riso Cinese, con un aggiunta di cereali, se si vuole essere fantasiosi. Ci sono molte varianti a questo piatto, ed è possibile aggiungergli qualsiasi cosa, dalle uova di anatra salate a lattuga e carni varie. Non tutto in una volta ovviamente.
Perche le persone pensano che funzioni?
Il Congee è considerato da ormai anni il cibo perfetto per le persone che non si sentono bene, allora cosa possiamo chiedere di meglio per superare una sbronza?
Trattandosi di una zuppa densa, riesce a risolvere i due maggiori problemi causati da troppo alcol, fungendo da reidratante e da rivestimento per calmare lo stomaco. A differenza di altri rimedi che risultano sgradevoli già alla vista, questo piatto, cucinato con i giusti aromi sarà un piacere per il vostro corpo.
Dove trovarlo? Il conge al contrario di altri sistemi contro la sbronza, come il te allo zenzero, è più difficile da trovare: la cosa migliore è andare nei ristoranti cinesi e provare a chiedere.

Giappone: Te Verde

I Giapponesi, risolvono tutto con il te verde, la famosa bevanda amara bevuta sia calda che fredda.  Perché le persone pensano che funzioni? Il te verde è ricco di antiossidanti e vi aiuterà a disintossicare il vostro povero fegato che sta combattendo contro i fiumi di alcol ingurgitati.
clip_image002Può anche aiutarvi a placare nausea e mal di testa, i suoi effetti stimolanti vi permetteranno almeno, di camminare in posizione eretta, in modo da non far capire al vostro capo che vi siete alzati e trascinati fino all’ufficio, grazie al vostro cane che abbaiando vi ha fatto cadere dal divano. Avvertenze: ricordate che il te verde giapponese contiene al suo interno una grande quantità di caffeina, quindi, per chi volesse passare la giornata a letto, e sconsigliato l’utilizzo. Se volete essere un po’ stravaganti e uscire dagli schemi, provate ad immergere nel vostro te un paio di prugne “umeboshi” e passa la paura. Queste prugne sono super salate e aspre, ma i vecchi Giapponesi dicono che aiutino a ripristinare la l’equilibrio corporeo che avete ucciso la sera prima.
Dove trovarlo? Il Tè verde ormai è in commercio ovunque, e l’altra bella notizia, è che riuscirete a provvedere a voi stessi anche con un gran cerchio alla testa, state solo attenti a non bruciarvi con l’acqua bollente.

Corea del Sud: “Stufato Sbornia”

Essendo riconosciuto in tutto il mondo come un paese di ubriaconi notturni, gli abitanti della Corea del Sud hanno voluto dedicare un piatto al rituale alcolico, progettandolo proprio per sradicare tutti i disturbi provocati da quest’ultimo.
clip_image004Il vero nome è: Haejangguk- che tradotto significa: “spezzatino per curare la sbornia”.
Anche se le versioni variano in tutto il paese, la ciotola tipica di Haejangguk è composta da: brodo di manzo accompagnato da cavolo, germogli si soia, ravanelli, uova e… pezzi di sangue di bue rappreso.
Mmmh.. indovinate qual’é l’ingrediente segreto?
Perché le persone pensano che funzioni?
Semplice, il gusto li soddisfa profondamente, e dicono che faccia miracoli per la riattivazione del cervello, ancora confuso dai fumi dell’alcool.
L’unica sfida da superare è quella di convincervi a dare la prima cucchiaiata, questo piatto non è molto piacevole alla vista, ma come si suol dire: a mali estremi, estremi rimedi.
Può essere acquistato la mattina, in ogni angolo di Seul, dai venditori ambulanti che come formiche spuntano per riparare “danni” fisici della sera precedente.

Thailandia: Noodle in zuppa piccante

La ricetta Thailandese per riparare la sbornia, si chiama “pad kee mao”, questi noodle vengono considerati ottimi per prevenire la sbronza, vengono infatti mangiati prima di iniziare a bere. La cura perfetta per stare bene il mattino seguente.
clip_image005Ci sono vari tipi di noodle pad kee mao : quelli gialli, i noodle di “vetro”, i noodle “tagliatelle”, tutti possono essere cucinati o con la carne di manzo, o con le polpette di pesce, con il maiale, il pollo, o con il sangue di anatra.
Tutti realizzati con diversi sapori di brodo, tra cui il famoso e onnipotente TOM YUM.
Perchè le persone pensano che funzioni? I Thailandesi sono convinti che la zuppa extra piccante, li aiuti a rinfrescarsi, ad espellere le tossine tramite il sudore e a placare quel senso di nausea e spossamento dato dall’alcool.
Per alcuni l’idea di buttare giù una zuppa piccante quando lo stomaco è già irritato, assomiglia molto a ingurgitare 5 shots di tequila.
Dove si trova? Se siete presi dalla disperazione, non preoccupatevi, ogni ristorante thai può risolvere il vostro problema, tutti saranno pronti a servirvi una buona ciotola di noodle per porre fine alla lotta nel vostro stomaco.

Hong- Kong: Tè al Ginseng

Il Ginseng affettato e immerso nell’acqua bollente: un toccasana per riprendersi.
clip_image006La radice leggermente amara calma il corpo, e gli permette di liberarsi dall’ eccessivo YANG, chiamato anche energia calda o positiva del corpo.
Gli anziani cinesi dicono che questa erba genera un fluido che riesce a frenare la sete, perfetto dunque per reidratarsi dalla sbornia.
Il te al ginseng può essere acquistato in qualsiasi negozio di alimentari, o nei negozi dedicati alla vendita del te.
Ovviamente questo infuso può essere preparato comodamente nella vostra cucina. Tutto quello che dovete fare è cuocere le fette di ginseng in acqua bollente e il gioco è fatto. Se volete addolcire il sapore potete aggiungere un po’ di miele.

India: Acqua di Cocco

Da non confondere con il latte di cocco, quest’acqua viene presa direttamente dall’interno dei cocchi.
clip_image008Anche questa volta è tutta questione di elettroliti. Gli indiani la utilizzano proprio per le sue qualità reidratanti, essendo ricca di sostanze nutritive e potassio. E’ la soluzione migliore, naturale e sana.
Si può trovare in ogni angolo dei tropici, a qualsiasi ora. Molti venditori ambulanti potranno soddisfare il vostro bisogno, e i più intraprendenti potranno arrampicarsi su una palma per prendersene uno. Ma attenti a non cadere!!!
E voi, avete avete mai provato uno di questi rimedi?

Ho amato l’Asia subito, dal momento in cui ci ho messo piede per la prima volta. Dopodiche’ e’ stato un viaggio continuo, senza soste. Adesso ci vivo e il viaggio continua alla ricerca di nuove esperienze che amo condividere con voi.
One Response
  1. noreply@blogger.com'

    BRAVA SATYA!!! Un articolo molto interessante e divertente 🙂
    Sono una fan dei tuoi articoli ma questo merita di essere commentato, il prossimo viaggio con mio marito sarà proprio in Thailandia e grazie al "pad kee mao" che mi hai fatto conoscere potrò farmi scappare qualche bicchiere di più, magari in qualche ristorantino che saprai consigliarmi nei tuoi prossimi articoli!!
    Non vedo l'ora! Continua così Satya!
    Giuliana