Gli aeroporti più pericolosi in Asia

Atterraggi e decolli da brivido, quando un viaggio in aereo diventa un incubo

Al giorno d’oggi possiamo affermare che volare non è stato mai cosi sicuro. Ma è anche vero che scegliere una compagnia aerea piuttosto che un’altra e anche la scelta della vostra destinazione, potrebbe creare un po’ di inquietudine.
In particolare quando gli aeroporti si trovano in zone poco agevoli per i piloti. Vivendo in Asia, abbiamo circoscritto quegli aeroporti che riteniamo essere quelli più bizzarri e anche più pericolosi
Ecco a voi gli aeroporti più pericolosi in Asia…

Aeroporto di Lukla in Nepal - Gli aeroporti più pericolosi

 

6. Don Muang, Bangkok, Thailandia
Da lontano l’aeroporto internazionale di Don Muang assomiglia a qualsiasi altro aeroporto di medie dimensioni. Tuttavia, proprio nel mezzo delle due piste c’è un campo da golf a 18 buche.
Alcuni esperti di aviazione hanno notato che uno dei principali problemi è che le uniche vie di rullaggio si trovavano alla fine delle piste. Quindi consigliano la costruzione di una pista di rullaggio supplementare nel mezzo, da un lato all’altro, per motivi legati alla sicurezza. Ovviamente le autorità Thailandesi hanno detto no, perché cosi’ rovinerebbero il campo da golf, fregandosene della sicurezza e delle conseguenze che ci protrebbero essere in caso di atterraggi di emergenza.

 

5. Isola di Tioman, MalesiaQuesta bella isola tropicale si trova al largo della costa orientale della Malaysia peninsulare, a est di Kuala Lumpur.
Su quest’isola ha volato di recente solo la compagnia aerea Berjaya Air, che ultimamente ha sospeso i voli temporaneamente, dove portava turisti provenienti da Singapore e Kuala Lumpur. I piloti per atterrare sulla pista devono fare una manovra secca di 90 gradi, sfruttando la pista al massimo, considerando che ha una lunghezza inferiore ai 2000 metri.

 

4. Kansai International Airport Osaka, Giappone
La terra è una risorsa scarsa in Giappone, quindi gli ingegneri sono andati a circa 3 miglia dalla costa nella baia di Osaka per costruire questa colossale struttura. I lavori per l’isola artificiale iniziarono nel 1987, e nel 1994 questo aeroporto è stato al 100% operativo.
I passeggeri, una volta arrivati possono raggiungere l’isola principale di Honshu via auto, via treno via traghetto veloce.

 

3. Paro, BhutanUnico aeroporto internazionale del Bhutan, dove solo otto piloti sono qualificati per atterrare gli aerei su questa pista. Circondata da cime altissime e una vegetazione lussureggiante, Paro offre paesaggi mozzafiato durante la fase dell’atterraggio. Nella la fase finale però l’adrenalina va alle stelle, visto che è prevista una virata repentina a poche decine di metri dalla pista. Se vi piace l’avventura l’arrivo a Paro non vi deluderà…

 

2. Kai Tak, Hong Kong Anche se non è più operativo dal 1998, cioè da quando hanno costruito il nuovo aeroporto sull’isola di Chek Lap Kok, crediamo che lo storico Kai Tak di Hong Kong, meriti di essere nella nostra classifica degli aeroporti più pericolosi del mondo. Solo i migliori piloti potevano atterarci, visto gli aerei volavano a pochi metri dai grattacieli, abitazioni e dalle montagne adiacenti. Un mancato approccio sulla pista, poteva essere fatale, considerando che in fondo si andava a finire in mare.

 

1. Lukla, Nepal
Questa è la porta di ingresso per coloro che vogliono scalare il Monte Everest. La pista di atterragio è lunga solo 1.500 metri, dopodichè una valle con un dislivello di circa 1.000 metri. Gli incidenti putroppo sono comuni a Lukla, se ne registrano una media di uno all’anno. Non avevamo nessuno dubbio che Lukla fosse il primo della nostra classifica.

Ho amato l’Asia subito, dal momento in cui ci ho messo piede per la prima volta. Dopodiche’ e’ stato un viaggio continuo, senza soste. Adesso ci vivo e il viaggio continua alla ricerca di nuove esperienze che amo condividere con voi.