Fioritura dei ciliegi in Giappone

Andiamo a scoprire insieme l’hanami, la tradizionale usanza giapponese di contemplare la bellezza della fioritura degli alberi di ciliegio. Scoprite qual'è il periodo migliore e i luoghi dove i fiori di ciliegio regalano uno spettacolo unico al mondo.

È impossibile pensare al Giappone in primavera, senza l’immagine iconica degli alberi di ciliegio in fiore.

Oltre ad essere all’avanguardia nella tecnologia, i giapponesi sono leader nell’arte “hanami”, una secolare usanza locale di godere della bellezza degli alberi in fiore, in particolare i ciliegi “sakura”.

La fioritura dei ciliegi è uno degli eventi più attesi in Giappone, tanto che settimane prima i negozianti e centri commerciali passano alla modalità sakura – per l’occasione i punti vendita sono addobbati con fiori di ciliegio artificiali e vengono posti in commercio in edizione limitata dei prodotti alimentari aromatizzati al ciliegio.

L’eccitazione per le fioriture è ulteriormente intensificata dalle previsioni delle fioritureCherry Blossom Forecast”, che vengono trasmesse in televisione. Le previsioni sono fornite da un team di meteorologi esperti, che sapranno indicare con esattezza le date delle fioriture in tutto il paese.

Il giorno che finalmente arrivano le fioriture, i giapponesi si riversano nei parchi per fare un picnic e per ammirare uno dei fenomeni naturali più emozionanti.

Nella cultura giapponese i fiori di ciliegio hanno un significato profondamente simbolico che risale a centinaia di anni fa. Questi rappresentano la fragilità e la bellezza della vita che è straordinariamente bella ma è anche tragicamente breve.

A differenza del super efficiente sistema di trasporto pubblico giapponese, i fiori di ciliegio non sono sempre così puntuali come i turisti potrebbero pensare. Se state programmando un viaggio con l’intenzione di vedere le fioriture, sappiate che è difficile prevedere la data esatta e tutto dipende dal clima. Quando le temperature sono miti, le fioriture avvengono prima del previsto, il freddo invece li fa ritardare, mentre la pioggia li sfiorire prematuramente.

Generalmente le prime fioriture compiano nel sud a Okinawa a Gennaio, e lentamente risalgono nord passando da Kyoto e Tokyo alla fine di Marzo/inizio di Aprile, fino a Hokkaido all’inizio di Maggio.

Tokyo

Tokyo, la capitale del Gippone, è un buon punto di partenza per ammirare gli alberi di ciliegio in fiore. La città offre una serie di parchi per fare il picnic e viali alberati dove i ciliegi sono stati piantati in modo da creare dei bellissimi effetti coreografici.

L’Ueno Park di Tokyo è uno dei parchi dei più antichi del Giappone sede di musei, santuari e giardini. Durante le fioriture il parco attira folle di dimensioni epiche che vengono per ammirare gli oltre 1.000 alberi in fiore.

Un’alternativa più tranquilla è il Shinjuku Gyoen, un parco sorprendentemente sereno e ben curato a pochi passi dal luminoso quartiere di Shinjuku, con oltre 1.500 alberi di ciliegio.

Il quartiere di Nakameguro è il luogo ideale per una piacevole passeggiata serale sul lungofiume, dove potrete ammirare filari di alberi di ciliegio perfettamente allineati.

Il pittoresco quartiere di Yanaka con le stradine strette fiancheggiate dalle antiche case di legno merita una visita per il suo cimitero pieno di alberi di ciliegio.

Okinawa

Tutto inizia dal profondo sud del Giappone, precisamente dalle isole subtropicali meridionali di Okinawa, dove le prime fioriture compaiono a metà Gennaio. Qui i fiori sono a forma di campagna e hanno un colore più acceso rispetto a quelli delle altre regioni settentrionali.

I punti più scenografici sono la foresta di Yanbaru, sull’isola principale di Okinawa e le rovine del castello di Nakijin dove si trova il famoso tunnel di alberi di ciliegio illimitato da centinaia di lanterne.

Kyushu, la terza isola più grande del Giappone (situata sopra Okinawa e circondata dal Pacifico), famosa per il suo clima caldo, i bagni termali, i vulcani e la deliziosa cucina, è un luogo popolare per ammirare le fioriture, soprattutto presso l’imponente castello di Kumamoto dove ci sono oltre 600 alberi di ciliegio di tre varietà.

Kyoto

L’antica capitale del Giappone Kyoto, offre una delle ambientazioni più scenografiche per ammirare gli alberi di ciliegio in fiore. Le location migliori sono il parco di Maruyama, il fiume Kamo e il Palazzo Imperiale.

Un’opzione meno turistica è forse una passeggiata in tarda serata lungo il Sentiero del Filosofo che conduce ad una serie di templi e santuari nascosti.

Per godersi lo spettacolo delle fioriture lontano dalle folle, potete soggiornare presso l’esclusivo resort Hoshinoya di Kyoto, che è immerso in un incantevole giardino di alberi di ciliegio.

Nord

Una delle località meno conosciute, ma non per questo meno belle, è Gifu, una regione montana dell’isola di Honshu, dove ogni anno si tiene il famoso Festival di Primavera Takayama. Durante il festival carri allegorici elaborati e ornati da maestri artigiani vengono trainati attraverso la città di Takayama, passando da ponti e viali fiancheggiati da alberi di ciliegio.

Il resort termale di Kinosaki Onsen, è il luogo ideale per concedersi un rilassante bagno nelle sorgenti termali con lo sfondo da cartolina di alberi di ciliegio in fiore.

Chi arriva in Giappone da Aprile in poi, dovrebbe dirigersi nella regione settentrionale di Tohoku, che è una mecca per gli intenditori di fiori di ciliegio.

Hitome Senbonzakura nella prefettura di Miyagi, offre l’avvincente panorama di 1.000 alberi di ciliegio che costeggiano il fiume sullo sfondo suggestivo delle montagne innevate.

Kakunodate è un’altra gemma, famosa per i suoi romantici alberi di ciliegio piangenti che furono portati centinaia di anni fa dai samurai locali.

Il gran finale delle celebrazioni dei ciliegi in fiore avviene a Hokkaido, l’isola più settentrionale del paese. La città di Sapporo, la meta ideale per gli amanti degli sport invernali, è piena di alberi di ciliegio, in particolare nel parco di Maruyama e nel santuario Hokkaido-jingu.

In qualsiasi località del Gippone vi troviate e volete “hanami” come i locali, allora per prima cosa dovete acquistate un delizioso “bento box” presso un supermercato locale. Dirigetevi presso uno dei parchi pubblici e cercate uno spazio libero dove stendere il vostro plaid. Sarà un picnic piacevole e unico dove potrete godere di un immenso spettacolo della natura.

michela@naturalis-expeditions.com'
Sono una viaggiatrice appassionata di natura e culture asiatiche. Sono qui per raccontarvi i miei viaggi e esperienze in Asia.