Fauna del sud-est asiatico

In questo articolo andiamo a conoscere da vicino le scimmie che vivono nelle foreste del Sud Est Asiatico.

Le foreste pluviali del Sud Est Asiatico sono popolate da una grande varietà di animali  selvatici, tra cui alcune specie endemiche e bizzarre. Andiamo alla scoperta della Fauna del sud-est asiatico con una breve introduzione di sette magnifici esemplari di primati.

Scimmia Langur Argentata

La scimmia “langur” argentata si identifica dal suo color argento e dalla faccia scura. I cuccioli invece, sono di colore arancione. Questa specie vive generalmente in gruppi di un massimo di 10 membri, essi si nutrono di foglie giovani o frutti di bosco in aree paludose, foreste fluviali e mangrovie.
E’ possibile trovarle in Indocina, Myanmar meridionale, sud della Thailandia, Malesia peninsulare, Sumatra, Giava e Borneo. In Sabah (Borneo malese) ci sono anche stati avvistamenti di adulti di colore rossastro.

Scimmia Langur Argentata
Langur Agentata (silver leaf) avvistata sul Fiume Menanggul, nel Sabah, Borneo

Orang utan

L’orango è l’emblema della fauna selvatica della foresta pluviale del Sud Est Asiatico. E’ l’unica grande scimmia (antropomorfa) che si trova al di fuori del continente Africano. Sono famose per le loro espressioni uniche, per la loro parentela molto stretta con l’uomo;  tutto questo ed altro creano emozioni fortissime se si riesce ad osservarli nella foresta o in semi-cattività.
Gli oranghi si trovano sulle isole del Borneo e di Sumatra. Ci sono solo 5 centri di riabilitazione degli oranghi al mondo, quattro di questi nel Borneo e l’altro (il Bukit Lawang) a Sumatra.
Nel Borneo li troviamo a Sepilok, nello stato del Sabah, a Semenggoh nello stato del Sarawak, mentre gli altri due si trovano nella regione del Kalimantan (Indonesia). Il più famoso, al Camp Leakey nel Tajung Puting National Park.
Per avvistamenti in natura, le zone consigliate sono la Danum Valley e il fiume Kinabatangan o – per i più avventurosi – al parco Tanjung Puting.

Orango Malesia
Femmina Orangutan insieme al suo cucciolo al Semenggoh Centre in Sarawak


Scimmia Nasica

Grottesche o accattivanti? In entrambi i casi, due caratteristiche rendono le scimmie nasiche inconfondibili: un naso bizzarro, pendulo e una pancia enorme. Caratteristiche queste che hanno (simpaticamente) portato le popolazioni locali a chiamarla la scimmia Olandese. Infatti i primi Europei sbarcati in Indonesia ( olandesi appunto) avevano nasoni lunghi e pancioni grossi.
Le scimmie nasiche o proboscidate sono endemiche del Borneo e non sono difficili da vedere in naturaò l’importante che si vada nei posti giusti. I posti consigliati sono: il fiume Kinabatangan nel Sabah, il Bako National Park nel Sarawak e Tanjung Puting National Park nel Kalimantan.

Scimmia nasica borneo
Maschio delle Nasiche avvistato mentre va a dissetarsi sulle rive del fiume Kinabatangan


Gibbone

I Gibboni sono scimmie di stazza media arboricoli, vivono in natura nelle foreste pluviali tropicali e subtropicali. E’ il primate più veloce e più agile di tutti i non-volanti mammiferi arboricoli. Attualmente è possibile trovarli in Cina, Laos, Vietnam, Cambogia, Thailandia, Bangladesh, nord-est India, Myanmar, Malesia e Indonesia.
I gibboni sono ben noti per il loro forte richiamo e l’intensità del loro suono può essere sentita fino a un miglio di distanza. Generalamente viene utilizzato per vari scopi tra cui la difesa del territorio.

Gibbone
Gibbone sugli alberi della foresta di Danum Valley

Macaca Nigra

La Macaca nigra, nota anche come il macaco crestato delle Sulawesi, è una scimmia del Vecchio Mondo che vive nel nord-est dell ‘isola indonesiana di Sulawesi, nonché sulle piccole isole vicine.
Il macaco crestato è un abitante della foresta pluviale diurna. Il macaco è principalmente terrestre, spende più del 60% del suo tempo a terra alla ricerca di cibo e di socializzazione con gli altri membri del gruppo. Scimmia endemica delle Sulawesi del Nord, il posto consigliato è il Tangkoko National Park.

Macaca Nigra
Questa è una Macaca Nigra che ha rubato la camera ad un biologo al Tangkoko Natioanl Park e si è scattata una foto. La camera è poi stata abbandonata dalla stessa scimmia e il biologo si è ritrovato tra le sue foto questa bizzarra immagine. Incredibile!

Loris

Il Loris è un piccolo animale notturno arboreo endemico del continente Asiatico. La popolazione sta diminuendo a causa della perdita dell’habitat dovuta al disboscamento delle foreste e per causa del commercio illegale di animali domestici. Sono certamente una delle specie più simpatiche della famiglia dei primati: il loro viso è rotondo, con grandi occhi e orecchie piccole. Essi hanno un corpo paffuto con arti corti, ma zampe forti per afferrare le prede e i pollici opponibili.
La pelliccia del Loris è densa, morbida e lanosa, ha anelli scuri intorno agli occhi e una striscia scura che corre lungo la schiena. La sua coda, corta, è interamente nascosta dalla pelliccia. E’ possibile trovarli in India orientale, a Sumatra, Giava, Borneo e sud delle Filippine.

Loris lento
Slow Loris, chiamato così per via dei suoi movimenti lentissimi

Tarsio Spettro (Tarsier)

No, non è un gremlin … si tratta di un Tarsio Spectro, un primate notturno che ha la sua dimora sugli alberi. E’ comunemente definita la”scimmia più piccola del mondo”, in realtà non è più grande della mano di un uomo. Il tarsio, insieme al lemure e il loris, fa parte di uno dei più primitivi sottordini dei Prosimii o prosimian.
Vive sul pianeta Terra da circa 45 milioni di anni, dall’inizio del periodo Eocene; è una delle specie più antiche del territorio. I Tarsi si trovano solo negli arcipelaghi del Sud-Est asiatico, tra Sumatra, Borneo, Sulawesi e nelle Filippine.

Tarsio Spettro
Tarsio Spectro nella foresta di Tabin
Ho amato l’Asia subito, dal momento in cui ci ho messo piede per la prima volta. Dopodiche’ e’ stato un viaggio continuo, senza soste. Adesso ci vivo e il viaggio continua alla ricerca di nuove esperienze che amo condividere con voi.