Destinazioni Gay-Friendly in Asia

Se sei alla ricerca di una vacanza su un’isola tropicale oppure in una vibrante città, in Asia troverete la destinazione gay-friendly che fa per voi.

Nepal

Nessuno avrebbe mai creduto che il Nepal sarebbe diventato una delle più importanti destinazioni gay friendly dell’Asia. Fino al 2007 la condotta omosessuale era considerata reato e la comunità LGBT veniva sistematicamente perseguitata dalle forze dell’ordine. I Maoisti addirittura definivano i gay come un “prodotto del capitalismo”. Molte cose sono cambiate da quando il paese ha adottato una legislazione tollerante e progressista che non discrimina più le diversità sessuali.
Il pease del Monte Everest e di Lumbini, il luogo di nascita del Buddha, è al momento una delle mete preferite dai viaggiatori omosessuali

Ho Chi Minh City, Vietnam

Ho Chi Minh, chiamata ancora Saigon dai locali, è diventata una delle città Asiatiche più eleganti, easy-going e sofisticate allo stesso tempo. Una brezza di libertà sta soffiando e Ho Chi Minh si sta sempre di più aprendo alla comunità LGBT. La scena gay di Ho Chi Minh non è così movimentata come a Phnom Penh o Bangkok, ma c’è molto da farvi divertire.
Tra i locali preferiti dagli omosessuali c’è il Pink Tulip guesthouse e una vasta scelta di bar e club come il Babylon, il Republic Centro e il Centro.

Thailandia

La Thailandia è il pease asiatico più gay-friendly e Bangkok è l’indiscussa capitale della Gaysia. Chiamata Krung Thep in Thailandese (Città degli Angeli), Bangkok offre ai turisti un’esperienza unica che fonde insieme elementi di fascino, sorrisi smaglianti, traffico caotico, mercatini vivaci, hotel lussuosi e templi esotici. Ma oltre la classica scena turistica, la città di Bangkok riesce a ricompensare i viaggiatori con la sua atmosfera surreale e il suo continuo rapporto tra sacro e profano.
A Bangkok si trova di tutto dai locali gay, agli spettacoli erotici dal vivo, ai quartieri a luci rosse, alle cliniche ospedaliere dove si fanno gli interventi chirurgici di riassegnazione sessuale.
Anche la città ultra-liberale di Pattaya vanta una scena omosessuale molto vivace. Famosa per le sue bellissime spiagge, la citta di Pattaya ospita una brillante vita notturna, l’annuale parata del Gay Pride e il concorso di bellezza per transessuali, il Miss International Queen.
La meno conosciuta isola di Koh Kood è diventata una delle destinazioni gay friendly preferite per trascorre una vacanza mare. Come molte altre isole thailandesi, Koh Kood ha spiagge bianche bordate da palme da cocco e mare cristallino. La parte interna dell’isola è coperta da una fitta foresta pluviale con fiumi e cascate. Koh Kood è speciale rispetto alle altre isole in quanto è stata in grado di mantenere un delicato equilibrio tra accessibilità, lontananza e tranquillità.

Shanghai, Cina

Una città vivace che non dorme mai, che negli ultimi anni è diventata una delle destinazioni preferite dai viaggiatori omosessuali. Con una popolazione di 24 millioni, Shanghai è una città giovane fatta per i giovani. La vita notturna offre tutto ciò che si possa desiderare: beer gardens, jazz lounges, spettacoli con musica dal vivo, discoteche e cocktail bars. Quasi ogni gay che vive in Cina sogna di andare a vivere a Shanghai. L’epicentro della scena gay di Shanghai si trova nei locali del quartiere alla moda Ex Concessione Francese, la zona è conosciuta anche come il nome “Gay Triangle”.

Filippine

Sarà difficile trovarsi male nelle Filippine, una destinazione super gay-friendly ricca di bellissime meraviglie naturali e spiagge tropicali. Nonostante la religiosità bigotta, le Filippine sono uno dei paesi al mondo in cui l’accettazione pubblica degli omosessuali è molta alta.
La capitale Manila è ricca di feste e locali frequentati da gay e lesbiche soprattutto nella zona di Maria Orosa Street e Julio Street a Malate.
La destinazione mare più popolare per LGBT è l’isola di Boracay. La piccola isola diventata famosa per le sue bellissime spiagge bianche, offre una varietà di attività sportive tra cui il windsurf, il kite boarding, il parapendio e le immersioni subacquee. Mentre coloro che desiderano passare una vacanza più tranquilla possono rilassarsi e socializzare in spiaggia sorseggiando una bibita fresca. Boracay Island è stato il posto in cui si è tenuto il primo Gay Pride delle Filippine e fin dall’ora l’isola ha mentenuto la sua atmosfera gay-friendly.
Anche altre popolari destinazioni delle Filippine tra cui Puerto Galera, Cebu, Bohol e Palawan sono tutte consigliate ai viaggiatori LGBT.

Phnom Penh, Cambogia

Phnom Penh oltre ad avere una bella comunità LGBT, è anche una delle città consigliate per le coppie omosessuali che vogliono trascorrere una vacanza in Asia. Phnom Penh è una città bella e serena con molte cose da fare e da vedere. Oltre alla vivace vita notturna ci sono molte cose da visitare tra cui il Palazzo Reale e il Museo Nazionale. Vale la pena di fare anche un salto a Siem Reap e visitare i templi di Angkor.

Hong Kong

Oltre ad avere uno dei più belli skyline del mondo, la città di Hong Kong rappresenta il punto d’incontro da Oriente e Occidente. A parte la sua vibrante economia, la città di Hong Kong ospita esclusivi centri commerciali con i marchi fashion più famosi del mondo, hotel di lusso e ristoranti raffinati. La città ha molto da offrire ai viaggiatori gay. La città di Hong Kong si sta piano piano aprendo alle comunità LGBT e al momento ci sono dei veri locali per gay, sfilate e altri eventi annuali tra cui film festival Hong Kong Lesbian and Gay Film Festival Society
I migliori locali notturni si trovano nel distretto di Soho e Lan Kwai Fong.

Taipei, Taiwan

Oltre ad essere una città moderna con una cultura straordinaria, la città di Taipei vanta una comunità LGBT molto fiorente. Taipei vanta il Gay Pride più importante di tutta l’Asia, una brillante vita notturna e una politica progressista che sta portando benefici ai residenti LGBT. A Taipei troverete musei, ristoranti fusion, mostre d’arte, templi buddisti, mercatini notturni ed esclusivi centri commerciali con ampio assortimento di prodotti delle migliori marche. La yen ji street, è dove si trovano i mgliori locali gay di Taipei tra cui La Boca e Abrazo.

michela@naturalis-expeditions.com'
Sono una viaggiatrice appassionata di natura e culture asiatiche. Sono qui per raccontarvi i miei viaggi e esperienze in Asia.