Chi sono i migliori turisti?

Con il nostro lavoro ogni giorno veniamo contatto con la gente di tante diverse nazionalità. Ecco svelati i peggiori e i migliori turisti.

Difficile dire qualsi sono i migliori e i peggiori, intanto vi descriviamo i loro difetti e i loro pregi. Questo è il nostro punto di vista da agenti di viaggio, ma ci piacerebbe sapere anche il vosto punto di vista da viaggiatori. Con quali altri viaggiatori vorreste condividere la vostra espierenza di viaggio?

La nostra classifica dal peggiore al migliore:

10. Cinesi

Come individuarli: il viaggio individuale è ancora una rarità per i turisti cinesi. Viaggiano in gruppi numerosi con a capo un tour leader in divisa che urla al megafono a meno di un metro di distanza dal gruppo.

Pregi : sono disposti a mangiare di tutto, non si lamentano mai di quello che viene servito, mangiano anche le scatolette dei cani. Ma fate attenzione che ci sia abbastanza cibo per i loro stomaci mai sazi, non dovesse essere abbastanza, sarebbe un motivo per farsi rendere indietro i soldi dell’intero viaggio.
Non dimentichiamoci del denaro. In quest’epoca di recessione economica globale, i cinesi sono gli unici che ancora stanno spendendo per viaggiare.

Difetti: è ancora presto per definirli viaggiatori globali e il galateo è ancora in fase di rodaggio. Intagliare i nomi sugli alberi, parlare ad alta voce come se ci fossero solo loro nel ristorante, dare da mangiare ai pesci sulla barriera corallina e fumare ovunque, sono abitudini che non svaniranno velocemente.

Tour preferito: shopping, shopping e ancora shopping, accompagnato dal un pranzo a buffet al ristorante di pesce. Giustamente, stanno viaggiando in una delle mete più incontaminate del pianeta, ma vengono qui solo per comprare prodotti “made in China” venduti nei centri commerciali di Kota Kinabalu.

9. Giapponesi

Come indiviuarli: Si, il clichè di portare le macchine fotografiche ovunque è vero, ma dobbiamo anche dire che al giorno d’oggi, ogni persona dotata di “smartphone” è in possesso di una macchina fotografica. Per essere sicuri che siano Giapponesi veri e propri, notate anche le mascherine chirurgiche e ombrellini parasole. In hotel, dormono tutti in letti separati, anche se sono coppie in viaggio di nozze. Il perchè? Sono pudici…

Pregi: Sempre educati e rispettosi per il timore che gli altri li giudichino male. Sono adattabili a qualisisi situazione, dall’hotel di lusso all’accampamento tendato nella giungla. Magari meglio scegliere una tenda rosa con l’immagine di Hello Kitty.

Difetti: Siamo tutti stanchi di vedere questo segno “V” della pace in tutte le fotografie “Cheers!!!”. Ma il difetto peggiore è quello di non parlare mai direttamente. Quando hanno dei problemi nello svolgimento del tour, tendono a tenersi tutto dentro, continuando a sorridere felici. Una volta tornati patria, ti pugnalano alle spalle con una lista inesauribile di lamentele di cui non siamo al corrente… Pensare che avevano dato anche la mancia alla guida.

Tour preferito: Sono alla ricerca delle creature più piccole e più disgustose che si possano trovare sulla terra ferma o in mare, come critter, insetti nudibranchi.

8. Malesi

Come individuarli: gruppi di famiglie chiassose in assetto da barbeque, tutti armati di cibo e frigoriferi portatili con bibite fresche.

Pregi: ogni pausa è una occasione buona per dormire. Dormono sempre e ovunque in qualsiasi posizione e specialmente durante i lunghi spostamenti, quindi non si lamentano mai che il tour sia troppo stressante o che il paesaggio non sia un granchè.

Difetti: la loro brutta abitudine di fare il bagno vestiti nella piscina dell’hotel. Gli altri ospiti hanno la sensazione di trovarsi nelle acque di scarico di una lavatrice.
Sono troppo calcolatori e credono che le agenzie di viaggio ci stanno mangiando troppo. Qualcuno dovrebbe dirgli che non stiamo rubando se valutiamo un tour di 10 giorni più caro di 30 euro a persona!

Tour preferito: odiano il caldo quindi, il posto migliore per trascorrere le vancanze è sulle alture del monte Kinabalu con tanto tempo libero a disposizione per dormire, fare il barbeque e passare tempo con la famiglia.

7. Inglesi

Come individuarli: dalla loro tipica abbronzatura radioattiva. Una volta privati dalla luce cupa di Londra, le loro carnagioni delicate vengono trafitte da raggi mortali provenienti dalla stella più vicina al nostro pianeta.

Pregi: Parlano il vero inglese, quello che ci hanno insegnato a scuola, senza abbreviazioni e americanate varie. La loro tendenza a bruciare sotto il sole è una comoda “timeline” per monitorare il trascorrere della loro vacanza. Giorno 1 Alabastro, Giorno 2 Aragosta, Giorno 3 Vesciche, Giorno 4 Patata pelata.

Difetti: talvolta credono di essere i padroni delle loro ex colonie. Insopportabile abitudine di essere eccessivamente cortesi e educati. Non perdono mai la calma e ci fanno sentire noi dei maleducati.

Tour preferito: avidi frequentatori di mete naturalistiche ricche di animali selvatici, dove possono sfoggiare il loro completo da esploratori.

6. Tedeschi

Come individuarli: bhe, direi che ormai li conoscono in tutto il mondo per i sandali abbinati al calzino bianco.

Pregi: Hanno un’innata passione per i viaggi e la curiosità di scoprire nuove culture, li porta a viaggiare anche nei luoghi più remoti che non fanno parte del classico circuito turistico. Sono viaggiatori globali cordiali e rispettosi. Possono bere la stessa quantità di alcolici di altri europei, ma a differenza degli altri riescono a gestire la sbornia.

Difetti: Troppo puntigliosi… se il trasferimento da punto A a punto B impiega circa 2 ore, mi chiedono come mai ha impigato 2 ore e 30 minuti. Nei loro cervelli robotici non riescono ad essere flessibili e non capiscono che magari, quel giorno un incidente stradale ha bloccato tutto il traffico delle strade primitive del Borneo. Quando rispondiamo: “a cose normali ci mettiamo due ore”, scatta la classica risposta piena d’odio… “voi italianen tutti arruffoni come i vostri politici, spaghetti, mandolino, mafia, o sole mio, etc etc ect…”

Tour preferito: nei luogi più sperduti e fuori dai circuiti battuti dal turismo di massa come Kelabit, Apokayan o Rejan River

5. USA

Come individuarli: indossano nuovissime sneakers bianche accecanti, ma l’elemento di spicco è l’immancabile cappellino da baseball e il marsupio.

Pregi: Dopo anni passati davanti al PC a navigare su internet e riuscendo a vivere civilmente in uno dei paesi più etnicamente diversificati al mondo, sono diventati culturalmente più sensibili, rispetto ad altre nazionalità.
Quando si parla di effettuare i pagamenti per il tour, sono i più veloci ed efficienti di tutti.

Difetti: Putroppo credono ancora che la parola “USA” sia il sinonimo di “posso fare tutto ciò che voglio”.

Tour preferito: Aeroporti in generale. La loro tendenza a pensare che tutto quello che fanno loro è meglio di quello che fanno gli altri, li porta a non accettare consigli da persone esperte nel settore. Non conoscendo bene la destinazione, elaborano degli itinerari complicati e logisticamente inefficenti che noi siamo costretti a prenotare senza commentare. Questo li porta a partire da Kuala Lumpur per volare in Borneo a Sandakan , per poi volare di nuovo a Singapore, per tornare in Borneo a Kota Kinabalu e per volare di nuovo a Jakarta e continuare con un altro volo per il Kalimantan per finire con altro volo a Sandakan dove hanno la coincidenza per Hong Kong via Kota Kinabalu. In pratica, trascorrono metà della loro vacanza a 10 mila metri di altezza..

4. Italiani

Come individuarli: viaggiano carichi di bagagli dove custodiscono gli abiti adatti per una vera e propria sfilata di moda. L’amore per le griffe non si lascia nemmeno quando si va all’avventura. E’ facile vedere italiani che si addentrano nella foresta pluviale con scarpe di prada e borse di gucci.

Pregi: un ottimo fiuto per il caffe..dove ci sono gli italiani, c’è senza dubbio il miglior caffè di tutta la zona.
Sono anche quelli che riescono a socializzare meglio degli altri e stringere amicizie con le persone del posto.

Difetti: Hanno sempre qualcosa da ridire sulle visite programmate, della serie: “questo posto non valeva la pena di essere visitato, perchè lo includete nel programma?”, ma forse quando si vive in uno dei posti più belli al mondo è difficile trovare qualcosa di migliore.
La pioggia è il peggior nemico degli italiani, tanto che potrebbe scatenare pianti, disperazioni e nervosismi vari. Difficili da calmare quando dicono “la vostra agenzia me lo doveva dire che in Borneo piove!” Giustamente in Borneo abbiamo il deserto e non la foresta pluviale.

Tour preferito: nascosti tra le palme da cocco delle isole tropicali più sperdute del Borneo, gli italiani sono alla ricerca di mare, relax e tintarella.

3. Australiani

Come individuarli: dei surfisti nella giungla con pantaloni corti, canottiera e immancabile infradito indossate anche quando fanno trekking nelle paludi del bacino del Kinabatangan.

Pregi: viaggiano tranquilli in tutto il mondo senza timori e preoccupazioni. Se fossero in grado di ottenere il visto per l’Afganistan, si potrebbero vedere Australiani vestiti da surfisti in infradito che vanno in giro a salutare i talebani. “Hi mate! Nice beard!”

Difetti: Il loro modo di abbreviare le parole, li rende incomprensibili a tutti coloro che non sono inglese maderlingua. Il peggior inclubo e’ quando chiamano al telefono. Faccia a faccia si riesce a capire il significato tramite le espressioni, mentre al telefono è solo una voce che parla una lingua sconosciuta simile all’inglese.

Tour preferito: visitano qualsiasi posto con preferenze per i programmi di viaggio “budget”

2. Svedesi

Come individuarli: Alti, biondi, giovani, rilassati e sani.

Pregi: Sono “easygoing”, si adattano a qualsisi situazione con lo spirito giusto. Sono conosciuti per essere educati, autoironici e uniformenente abbronzati.

Difetti: non è un difetto vero e proprio, ma ci crea tanta gelosia … quando li vediamo in costume da bagno, ci fanno sentire come un “blob gelatinoso”.

Tour preferito: spesso nelle homestay locali dove possono interagire con la popolazione locale.

1. Canadesi

Come individuarli: sono estremamente patriottici e senza dubbio hanno una bandiera del canada stampata da qualche parte, sulla valigia, sulla t-shirt o sullo zainetto.

Pregi: Non essendo americani, esprimono la loro felicità’-soddisfazione con un tono più basso di voce, rispetto alla loro controparte meridonale.

Difetti: Non perdono mai l’occasione di ribadire che non sono americani per la paura di essere incolpati per la guerra in Iraq o per il surriscaldamento globale.

Tour preferito: viaggiano volentieri nei luoghi che hanno qualcosa a che fare con il Canada, come il Tanjung Puting dove la ricercatrice degli orangutan è la dottoressa canadese Biruté Galdikas.

Ho amato l’Asia subito, dal momento in cui ci ho messo piede per la prima volta. Dopodiche’ e’ stato un viaggio continuo, senza soste. Adesso ci vivo e il viaggio continua alla ricerca di nuove esperienze che amo condividere con voi.