5 ragioni per visitare il Bhutan

Perché visitare il Bhutan? Ecco delle ragioni principali, per cui vale la pena visitare questo misterioso regno buddista tra le vette dell'Himalaya.

Il Bhutan è un misterioso regno buddista arroccato fra le montagne dell’Himalaya delimitato del Tibet e dall’India. Una terra lontana e fantastica che conserva una natura incontaminata e un patrimonio culturale, il Bhutan è ritenuto l’ultimo Shangri-La.
Un pease moderno con un passo nel passato, che ha preferito uno sviluppo graduale senza cadere in tentazione dalla rapida modernizzazione. Da decenni si è aperto al turismo ma è rimansto comunque un regno mistico ed inesplorato, arroccato nei meandri delle montagne più alte del mondo.

Le 5 ragioni per visitare il Bhutan sono elencate sotto senza un ordine preciso:

1)La Tana della Tigre

Tana della Tigre Bhutan

Il monastero Taktshang conosciuto come la ‘Tana della Tigre’, si trova arroccato sul margine di un dirupo a 900 metri sopra il fondovalle. Il nome del monastero fa riferimento a una leggenda secondo la quale Guru Rinpoche sarebbe volato fino qui,  aggrappato al dorso di una tigre per sottomettere un demone che minacciva questa zona.

 

2) Festival Religiosi

Festival Religiosi Bhutan

I Tshechu sono festival religiosi che si celebrano annualmente nei vari monasteri e templi dzong in tutto il paese.  I Tshechu sono dei grandi eventi che attirano tutti gli abitanti provenienti dai villaggi per assistere  alle danze mascherate eseguite dai monaci e per ricevere la benedizione dei lama.
Si dice che almeno una volta nella vita ogni bhutanese deve partecipare ai Tshechu per ricevere le benedizioni che laveranno via i tutti i peccati.

 

3) Dzong

Dzong Bhutan

Lo Dzong o fortezza, è una tipica costruzione diffusa nel Bhutan con funzione di centro religioso, militare, burocratico, amministrativo e sociale dei vari distretti.
Costruiti secondo lo stile architettonico tradizionale, gli Dzong sono caratterizzati da pareti esterne imponenti che circondano un complesso di cortili, templi, uffici e alloggi per i monaci.
Gli dzong, per legge, devono essere costruiti rispettando (oltre alle regole di stile) la tradizione. Per cui, è l’ispirazione mistica dei lama a dettarne dimensioni e caratteristiche, mentre sono gli astrologi-indovini a decidere il giorno più propizio per dare inizio ai lavori.

 

4)Il paese più felice del mondo

Abitanti del Bhutan

Nel piccolo regno hymalayano, la Felicità Interna Lorda è più importane del Prodotto Interno Lordo – un sorriso sul volto vale di più di una moneta in tasca.
Le sigarette sono vietate in quanto portano infelicità, così come i sacchetti di plastica. Ognuno posside un terreno  e per coloro che non lo hanno o lo hanno perso, il governo gli mette a disposizione cinque acri e denaro per costruirsi una casa.  I bhutanesi sono generalmente una popolazione felice, infatti secondo la  tradizione buddista, ovunque  si trovi in questa vita, è la causa della vita precedente.

 

5) Le montagne più alte del mondo ancora inviolate

Montagne del Bhutan

Il Bhutan ha alcune delle montagne più alte del mondo ancora inviolate come il Monte Jhomolhari, Jitchu Drake, etc.  Queste montagne non sono mai state scalate perchè il governo proibisce l’alpinismo sulle cime che i bhutanesi ritengo essere dimora di divinità e spiriti.

michela@naturalis-expeditions.com'
Sono una viaggiatrice appassionata di natura e culture asiatiche. Sono qui per raccontarvi i miei viaggi e esperienze in Asia.