18 cose interessanti da sapere sull’India

L’India è uno dei paesi più affascinanti del mondo. Un paese ricco di cultura, arte e storia. Ma in realtà quante cose davvero sappiamo dell’India?

1 Ci sono 32 Patrimoni dell’Umanità dell’UNESCO.

Forte Jaipur Unesco

Il Taj Mahal è il simbolo dell’India e uno tra i monumenti più famosi e ammirati al mondo. Oltre al Taj Mahal l’India vanta ben altri 31 monumenti inseriti nella lista dell’UNESCO. La lista include meraviglie architettoniche e naturali tra cui i forti nel Rajasthan, la ferrovia di montagna Shimla, le colline Nilgiri, la catena montuosa Western Ghats, le caverne di Ajanta e Ellora in Maharashtra, la foresta di mangrovie del Bangala e molti altri parchi e riserve naturali. I siti dell’UNESCO sono solo alcune delle meraviglie culturali, artistiche e naturali che il paese ha da offire.

 

2. Le maggiori religioni sono rapprensentate in India.

Religioni India

Anche se l’80% della poplazione è Indù, in India troverete una varietà di luoghi di culto a rappresentare le religioni più importanti. Le chiese cristiane sono diffuse in tutto il Kerala e Goa, mentre nella zona di Jewtown di Fort Kochi in Kerala ci sono tempi zoroastriani a testimoniare un lungo passato giudaico. A Mumbai potrete osservare il tempio Parsi e la Torre del Silenzio. I templi Jain con le loro statue di marmo, sono comuni nella zona di Dehli, Rajasthan e Gujarat.
Il Sikhismo, la terza religione dell’India, vanta il Tempio dorato di Amritsar, considerato uno dei luoghi più belli e spirituali dell’India.
La Casa di culto Baha’i di Dehli, conosciuta anche come il Tempio di Loto, è uno degli edifici più vsitati al mondo.
Anche se i musulmani costituiscono solo il 14% della popolazione indiana, le moschee e i mausolei, sono diffusi in tutto il paese. La popolazione musulmana dell’India è la seconda maggiore del mondo dopo l’Indonesia.

 

3. L’India è il paese con più vegetariani di tutto il mondo

Cucina Vegetariana India

Anche se non tutti gli indù sono vegetariani, e non tutti gli indiani sono indù, il vegetarianismo appartiene alle tradizioni e pratiche locali diffuse in india.
L’ampio e gustoso menu vegetariano sarà in grado di soddisfare tutti i palati con ricette a base di lenticchie, riso e formaggio paneer.

 

4. In India ci sono i più bizzarri uffici postali del mondo.

Ufficio postale India

Con il pù grande sistema postale del mondo, l’india ha uffici postali ovunque, anche nei loghi più insoliti. La città di Hikkim, in Himachal Pradesh, ha il più alto ufficio postale, situato più di 4,600 metri sopra il livello del mare, mentre sul Lago Dal in Srinagar, Kashmir c’è un ufficio postale galleggiante con la forma di una imbarcazione tradizionale.
Negli anni ’70, alcune città del Rajasthan avevano degli uffici postali mobili a cammello, mentre nelle zone montane di Darjeeling in Bengala venivano utilizzati i muli.

 

5. Varanasi è una delle città più antiche del mondo che siano state abitate con continuità.

Varanasi India

La cittè di Varanasi, uno dei siti più sacri dell’India, fu colonizzata oltre 3.000 anni fa, e fin da allora è sempre stata abitata. Gli induisti ritengono che sia ancora più antica e creata da Lord Shiva 5.000 anni fa. Varanasi (nota anche come Benares) è situata in uno dei punti più sacri del fiume Gange. Varanasi è sempre stato considerato un luogo propizio per morire, perchè spirando qui si ottiene la liberazione dal ciclo delle reincarnazioni

 

6. L’India è il secondo paese al mondo dove si parla inglese.

Parlare Inglese

Dopo gli Stati Uniti, l’India è i secondo paese al mondo dove si parla inglese. L’inglese è una delle 22 lingue ufficiali dell’India e insieme all’hindi è la lingua utilizzata dal Governo Centrale. In realtà solo il 10% degli Indiani conosce l’inglese, e solo una piccola minoranza lo conosce come prima lingua, ma il 10% di una popolazione enorme come quella indiana è un numero molto elevato.

 

7. L’India è uno dei paesi più multilingue al mondo.

India Multicultural Society

Solo perchè si riesce a comunicare bene in inglese, non significa che non si dovrebbe imparare qualche frase nella lingua locale. Gli indiani incoraggiano i viaggiatori a dire qualche parola in Hindi, Bengali, Tamil o una delle altre lingue.
Gli indiano sono abituati a sentire una varità di accenti che non rimarrano perplessi se non pronunciate le parole perfettamente o se la vostra grammatica non è corretta. Gli Indiani hanno un orecchio allenato e tutti i giorni sono abbiuati a sentire diversi suoni e accenti appartenenti a lingue e dialetti diversi. Potrete incontrare persone che parlano hindi con gli amici, bengali con la famiglia e inglese sul posto di lavoro.

 

8. Il leone asiatico si trova solo in India

Leone Asiatico in India

Conosciuto anche come il leone persiano, anticamente era diffuso in tutto il Medio Oriente fino all’India. Al giorno d’oggi è una specie in via d’estinzione che vive solo nel Parco Nazione di Gir nello stato del Gujarat. Negli ultimi anni la popolazione di leoni asiatici è aumentata, tanto che sono stati avvistati fuori dal parco e perfino aggirarsi nelle spiagge.

 

9. L’Uttar Pradesh è uno degli stati più popolosi al mondo.

Taj Mahal India

L’Uttar Pradesh, dove ha sede il Taj Mahal e Varanasi, è lo stato indiano più densamente popolato con una popolazione di oltre 200 milioni – che è più gente di quanta ce ne sia in Giappone, Messico e persino la Russia.
Oltre al famoso Taj Mahal, l’Uttar Pradesh vanta anche la vecchia città Mughal di Fatehpur Sikri, diverse riserve naturali, i complessi Imambara di Lucknow e i siti siti buddisti a Sarnath.

 

10. Il Kumbh Mela è il più grande raduno umano del mondo.

Pellegrinaggio Kumbh Mela India

Il Kumbh Mela si tiene a Allahabad, nell’India del Nord, dove il sacro fiume Gange si unisce al Yamuna e al mitologico fiume Saraswati. É un pellegrinaggio indù che si ripete ogni 12 anni e nel corso dei 55 giorni della sua durata si stimano oltre 100 milioni di fedeli.

 

11. L’India è un importante centro della moda.

Tessuti India

L’India è famosa per la produzione di cotone e seta di alta qualità, e sin dai tempi antichi i tessuti indiani sono venduti in tutto il mondo. Al giorno d’oggi, l’industria della moda indiana è in piena espansione grazie al design innvativo che combina elementi tradizionali con tessuti moderni. Nonostante la modernità, alcune tecniche tradionali sono state ben conservate come il telaio per la tessitura a mano e lo stampo a mano.

 

12. Nel deserto potete trovare gli spettacolari pozzi a gradini.

India Pozzo a Gradini Adalaj Vav di Ahmedabad

I pozzi a gradini nelle zone desertiche indiane sono delle magnificche strutture, costruite su diversi livelli per la raccolta dell’acqua e per offrire un posto fresco alla popolazione. I pozzi a gradini servivano anche come luogo per riunioni sociali e cerimonie religiose. Solitamente, le donne frequentavano questi pozzi perché erano quelle che attingevano l’acqua. Inoltre, erano loro a pregare e ad offrire doni alla dea del pozzo per le sue benedizioni. Questo fece sì che in taluni casi i pozzi assumessero anche significative caratteristiche ornamentali e architettoniche. La maggior parte dei pozzi sono abbandonati o in rovina, quelli più belli da visitare sono Adalaj Vav a Ahmedabad e Chand Baori a Jaipur.

 

13. Meghalaya è il luogo abitato più piovoso al mondo.

Luogo piu' piovoso al mondo Meghalaya

Mentre gli aridi deserti del Rajasthan in Occidente sono più famosi per la mancaza di piogge, lo stato nord-orientale di Meghalaya è il più piovoso al mondo. Il villaggio Mawsynram nel Khasi Hills ha una media di precipitazioni annua di 11,873 mm – la media annua delle zone più piovose d’italia è tra 2,500 e 3500 mm.

 

14. I ponti nello stato del Meghalaya, sono realizzati interamente con radici.

Ponti di liane India Meghalaya

Gli incredibili ponti del Meghalaya sono una particolare forma di archietettura praticata da secoli in India. I ponti sono costruiti utilizzando radici e liane che si intrecciano e arrivano da una sponda all’altra del fiume. Ci vogliono diversi anni prima che avvenga il processo naturale, ma una volta che il ponte è completato è più solido e più duraturo dei qualsiasi altra costruizione in legno che marcirebbe in pochi mesi con il clima estremamente umido e piovoso del Meghalaya.

 

15. Padmanabhaswamy è il tempio più ricco del mondo.

Tempio di Padmanabhaswamy India

Il Tempio di Padmanabhaswamy , nella capitale del Kerala, Thiruvananthapuram, non è solo il tempio indù più ricco del mondo, ma è anche il luogo di culto più ricco che sia mai esisito.
Nel 2011 il dipartimento di archeologia ha aperto i compartimenti segreti del tempio per ispezionare gli elementi conservati all’interno e hanno trovato oggetti d’oro, d’argento e pietre preziose per un valore di centinaia di milioni di dollari.
Solo gli indù possono entrare nel tempio, mentre tutti gli altri visitatori possono ammirare la vista dalla passerella e visitare il palazzo adiacente appartente alla famiglia reale Travancore.

 

16. Un partimonio astrologico.

Jantar Mantar Jaipur

Il complesso di Jantar Mantar di Jaipur, in Rajasthan consiste in una raccolta di diciannove strumenti astronomici tra cui la meridiana più grande del mondo. Il momumento risalente al 18° ha portato delle innovazioni nel campo dell’astronomia. Gli strumenti di Jantar Mantar erano infatti utilizati per preparare le tavole astronomiche e consentivano di prevedere i movimenti del sole, della luna e dei pianeti con l’occhio nudo. Un’altro Jantar Mantar si trova a Delhi ma più piccolo e meno popolare di Jaipur.

 

17. Ci sono più di 140 tipi di dolci tradizionali nella cucina indiana.

Dolci tipici della cucina indiana

Quando si parla di dolci, ogni stato dell’India ha la sua specialità. Il Petha è un dolce alla zucca tipico di Agra, il Daulat Ki Chaat è una schiuma di latte che si trova solo a Delhi, i Rosogollas di Bengali sono polpette di latte imbevute di sciroppo e il Gajar Ki Halwa a base di carote taglizzate è un dolce molto popolare nel nord dell’India. Oltre a questo troverete anche il budino di riso Kheer, il gelato al pistacchio Kulfi, le polpette dolci di farina di ceci Laddus e la pasta fritta Jalebis.
La particolarità dei dolci indiani è che tendono ad essere molto zuccherati e fortemente aromatizzati con cardamono, cannella, chiodi di garofano, zafferano, noce di cocco, acqua di rose e / o noci.

 

18. Il Khari Baoli di Delhi è il più grande mercato delle spezie del mondo.

Spezie India

Camminando nei tortuosi vicoli della zona vecchia di Delhi, ci si accorge immediatamente che ci stiamo avvicinando al mercato Khari Baoli dall’intensificarsi del profumo di spezie. Da almeno 4 secoli questo mercato vende all’ingrosso frutta secca e spezie tipiche. E’ un mercato molto caratteristico che ruba l’attenzione di tutti i sensi – un po come l’India.

Lista estratta da Incredible India e Matador Network

Ho amato l’Asia subito, dal momento in cui ci ho messo piede per la prima volta. Dopodiche’ e’ stato un viaggio continuo, senza soste. Adesso ci vivo e il viaggio continua alla ricerca di nuove esperienze che amo condividere con voi.